Back to top

Bici: Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso sono le più green.

 Secondo lo studio condotto da Legambiente gli italiani sono sempre più amanti della bici come mezzo di trasporto principale, le città del nord in testa.

Recentemente Legambiente, in collaborazione con Rete Mobilità Nuova, ha condotto uno studio, “L’ A B C della ciclabilità”, sulla diffusione dell’uso della bicicletta in Italia. Ne sono risultati dati molto incoraggianti per cui gli italiani sarebbero sempre più amanti della bicicletta.

Mondoeco_3

In molte città italiane, soprattutto del nord, l’uso della bici ha ormai raggiunto livelli europei. In testa al “plotone” italiano alla conquista delle due ruote ci sono Pesaro e Bolzano, con più del 30% degli abitanti che dichiara di utilizzare le bici ogni giorno per gli spostamenti. Seguono subito dopo Ferrara con il 27% e Treviso con il 25%.

Possiamo affermare con una certa positività che l’Italia sta diventando un paese che ama le due ruote e sempre più attento quindi all’ecostenibilità anche grazie ai dati relativi ad alcune altre città. Infatti altre cinque località (Ravenna, Rimini, Piacenza, Sondrio e Venezia-Mestre) hanno abitanti ciclisti che superano il 20% e ulteriori 11 che hanno registrato una percentuale superiore al 10%.

Piuttosto lontane dalle migliori risultano invece città come Roma, Torino e Bari.

È comunque evidente che ritrovare oggi ben 17 città italiane con una mobilità ciclabile che soddisfa tra il 15 e il 30% della domanda di trasporto testimonia che il ciclismo urbano non è più un fenomeno di nicchia e che la strada aperta da questi Comuni virtuosi concentrati nel nord del Paese può essere positivamente copiata nel resto d’Italia.

I dati sono stati raccolti sottoponendo ogni comune ad un questionario autocertificato che chiedeva a ciascuno di essi di indicare:

  • la tipologia di mezzo utilizzato dai cittadini per gli spostamenti urbani (auto, moto/scooter, trasporto pubblico, bici, piedi)

  • i “metri equivalenti” ciclabili

  • l’estensione delle aree pedonali.Mondoeco_1

Sicuramente a motivare tali cambiamenti nella mobilità urbana ha contribuito anche la sempre più stringente morsa dello smog e dello stress derivato dagli ingorghi stradali a cui sono sottoposti gli automobilisti.

Grazie ai dati emersi dalla ricerca A Bi Ci della Ciclabilità, emerge chiaramente un aumento dell’uso della bicicletta come mezzo di trasporto da parte dei cittadini italiani. Molti di loro optano per la versione elettrica della bicicletta, ottimo compromesso tra un mezzo veloce e uno ecogreen.

Questo tipo di bike, o anche quelle a pedalata assistita, stanno conoscendo, negli ultimi anni, in Italia una grandissima diffusione. Sempre più numerosi sono i negozi che le distribuiscono oppure, sul web, i portali dedicati alla loro vendita. Ne è un esempio quello di Beky Motor, specializzato nella distribuzione di bici elettriche e monopattini elettrici.

Sarebbe dunque importante che tutti i comuni si dotassero degli spazi e delle infrastrutture necessarie perché tutti i cittadini possano muoversi liberamente in bici. Sarebbe questa una strada molto efficace per ridurre sensibilmente le emissioni di gas inquinanti nell’atmosfera e contribuire sensibilmente al cambiamento delle abitudini di spostamento di tutti.