Back to top

Benzina alternativa dagli scarti della cellulosa

alghe-benzina mondoeco
Benzina alternativa: I ricercatori della University of California, stanno mettendo a punto il processo di produzione del biodiesel anche per la benzina. Il gasolio normale è una semplice miscela di idrocarburi, formato da catene di atomi di carbonio; le molecole di cui è composta la benzina sono più corte e ramificate. Ben diversa la composizione della bio-benzina.

[adrotate banner="16"]

I ricercatori di Davis, hanno scoperto l’acido levulinico, o acido γ-cheto valerico, il componente perfetto per trasformare gli scarti della cellulosa in bio-benzina. Si tratta di un acido grasso, con peso molecolare molto basso, e miscelabile con gli idrocarburi; questo componente è estraibile da paglia, mais o rifiuti vegetali urbani.

Il professore di chimica Mascal della University of California, ha cosi spiegato la scoperta: "Benzina e diesel evaporano a diverse temperature e pressioni, cosa che si riflette nel diverso disegno dei motori. Il biodiesel, raffinato da oli vegetali, è già disponibile in commercio: un sostituto della benzina di origine vegetale aprirebbe un mercato molto vasto per i biofuel"

I brevetti provvisori per standardizzare la produzione di bio-benzina sono già stati depositati, molto favorevole anche la natura del processo di trasformazione che può avvalersi di qualsiasi materiale di scarto di cellulosa. Lo studio è stato pubblicata sulla rivista scientifica Angewandte Chemie.