Back to top

Auto: Scontro su consumi di benzina ed emissioni C02 dichiarati

Secondo il rapporto dell'International Council on Clean Transportation, il consiglio internazionale che si occupa di trasporto pulito, c'è una netta differenza tra i dati di consumo ed emissioni di C02 nell'aria dichiarati dai produttori e quanto registrato e certificato nella realtà. Lo scarto tra emissioni dichiarate ed effettive supera in alcuni casi il 35%.

È Ahvaz la città più inquinata al mondo secondo la classifica stilata dall'Organizzazione Mondiale della SanitàAuto inquinano più di quanto dichiarato. Il consiglio internazionale aveva già rilasciato un documento ufficiale che segnalava nette differenze tra emissioni dichiarate e realmente prodotte nel 2011, la media di scarto tra realtà e test di laboratorio dei produttori era del 11%, attualmente si registrano punte del 25%. Lo studio ha analizzato diversi modelli di auto benzina dei principali produttori europei e americani.

Test di omologazione non aggiornati dal 1980. Tecnicamente, precisano dal International Council, si prende come riferimento il comportamento dell'auto, un test di omologazione che risale al 1980 e che certifica le emissioni con un margine di errore del 10%. Questo margine oggi è salito in media al 25%. Contro il test si è già espressa Bmw che indica un errore di calcolo e di valutazione da parte del consiglio internazionale del trasporto pulito. Per il costruttore tedesco, i veicoli analizzati non sono rappresentativi in quanto non considerano il reale volume di veicoli venduti, numero totale di vendite annuali su cui si basano i test e i dati rilasciati dai produttori. C'è da fidarsi?