Back to top

Auto elettriche low-cost, l'offerta di Dacia

dacia-auto-elettriche

Il marchio Dacia potrebbe presto entrare nel mercato delle auto elettriche. E non solo delle auto elettriche "tradizionali". La Dacia sta pensando di "sfondare" nel segmento delle auto elettriche low-cost. L'obiettivo sarebbe quello di conquistare nell'immediato una ingente quota di mercato. Per adesso sono solo supposizioni, sebbene confermate dai vertici, eppure giù sarebbe pronto persino lo slogan della futura Dacia elettrica low-cost (di cui non si conosce purtroppo nient'altro). Alcune indiscrezioni rivelano che il motto sarà: "incredibilmente accessibili". Niente di originale, ma comunque molto efficace.

La Dacia fa parte del Gruppo Renault, cartello in egual misura francese e giapponese. Il marchio Renault è già presente nel settore delle auto elettriche, il suo esordio è stato registrato quasi contemporaneo con quello della Nissa.

A rivelare il futuro di Dacia è stato proprio il Ceo del Gruppo Renault Carl Ghosn, che si è dimostrato molto ottimista sull'andamento futuro del mercato delle auto elettriche e ha prospettato una diffusione capillare delle stesse. Dunque, dal suo punto di vista, per quanto riguarda l'affare Dacia, si tratta semplicemente di aspettare un po' affinché il mercato cresca abbastanza da poter smaltire tre grandi marchi in campo anziché gli attuali due. La condizione sine qua non per l'esordio di Dacia è la diminuzione dei listini. A tal proposito Ghosn ha dichiarato: "Mi sembra chiaro che per il momento stiamo aiutando la domanda, contenendo dei costi delle auto elettriche e cercando di siglare accordi con le città del mondo per le auto elettriche".

Il manager si è lanciato anche in una previsiono molto suggestiva: "'Segnatevi le mie parole. Io ho fiducia nel futuro dell'auto elettrica. In questa industria non si può continuare a prosperare senza e prevedo che nel 2020 più del 10 per cento del mercato europeo sarà delle auto elettriche".