Back to top

Auto a GPL : confrontiamo Citroen C3, Dacia Sandero e Hyundai i20

GPl
La necessità di contenere il più possibile la spesa necessaria per provvedere agli spostamenti giornalieri ha reso per molti automobilisti imprescindibile la scelta di utilizzare delle vetture a gpl, capaci ormai, grazie alla tecnologia dei moderni impianti a gas, di garantire le medesime prestazioni di un’auto a benzina, promettendo un generoso taglio dei costi del carburante.

La scelta del gpl si rivela utile non solo sulle vetture deputate ad effettuare lunghe percorrenze chilometriche annuali, ma anche sulle più piccole ed economiche utilitarie. Infatti, le vetture alimentate a gas sfuggono quasi sempre ai blocchi del traffico imposti dai Sindaci di molte città italiane all’interno dei rispettivi Centri Storici.

La Citroen C3

La seconda generazione della Citroen C3 riprende dalla prima serie il suo originale e gradevole design a tutto tondo. La particolare forma del padiglione, inoltre, ha consentito di ricavare un abitacolo piuttosto ampio all’interno del quale anche i più alti non toccano con la testa il soffitto della vettura. L’interno è contraddistinto da finiture di alta qualità e, sulle versioni più dotate, anche dal luminosissimo parabrezza panoramico che prolunga la vetratura anteriore fino all’inizio del tetto, rendendo particolarmente arioso ed accogliente l’elegante abitacolo della vettura francese.

La C3 è anche piuttosto comoda per quattro persone e non inospitale con un eventuale quinto passeggero. Anche il baule dell’utilitaria francese si rivela all’altezza della situazione.

La Citroen C3 è equipaggiata con un prestante 1.4 16V ad iniezione diretta provvisto di ben 95 cv, capaci di spingere la francese fino a 182 km l’ora ed ha un costo di listino che varia a seconda dell’allestimento dai 16.800 ai 18.550 Euro.

La Dacia Sandero

La Sandero è il nuovo modello d’accesso della Casa romena Dacia. La nuova Sandero presenta un design molto più ricercato e gradevole rispetto all’anonima prima serie. Rispetto a quest’ultima sono inoltre migliorate in maniera evidente le finiture interne e la dotazione di accessori, che risulta tuttavia ancora perfezionabile. Tutte le migliorie apportate al modello non hanno comunque avuto un effetto negativo sul prezzo d’attacco della nuova Sandero, che pur meglio dotata e rifinita della precedente, ha mantenuto il suo costo base di 7.900 Euro.

Come la C3, anche la Sandero è proposta con la sola carrozzeria a 5 porte (esiste anche la versione SW, ma è proposta sul mercato con il nome ‘’Logan MCV’’)  ed offre un abitacolo piuttosto ampio ed un confort soddisfacente per tutti i suoi cinque potenziali passeggeri.

La Sandero a benzina e gpl è equipaggiata con un 1.2 da 75 cv reso vispo dalle 16 valvole. La versione top di gamma Laureate costa 10.000 Euro esatti, ai quali bisogna aggiungere altri 690 Euro per includere nella dotazione di accessori anche il clima.

La Hyundai i20

La i20 è una vettura piuttosto gradevole e che, a differenza delle due automobili fin qui descritte, è proposta anche con una sportiveggiante carrozzeria a 3 porte.

La Hyundai i20 è una vettura pensata principalmente per risultare confortevole per tutti e 5 i suoi potenziali passeggeri, che godono di uno spazio abbondante all’interno del gradevole abitacolo e di un baule adeguato alle esigenze quotidiane.

Tra gli indubbi vantaggi della Hyundai i20 figurano certamente anche il contenuto prezzo di listino (qui si possono trovare alcuni modelli) e la ricca dotazione di accessori di serie pensati per il confort e la sicurezza dei passeggeri. Lodevole, a questo proposito è la scelta di dotare anche le i20 in allestimento base del sistema ESP.

La i20 a gas è mossa da un 1.2 da 85 cv ed è proposta a partire da 13.725 Euro con inclusi clima, radio e servosterzo.

Conclusioni

Tutte le vetture prese in esame possono assolvere agevolmente al compito di unica auto di una famiglia. Tutte e tre, infatti, hanno un abitacolo molto ampio e confortevole. Tra le tre, spicca il livello di confort garantito dalla Citroen, che è anche la più facile da rivendere. La francese dispone anche di una gamma di motori e di allestimenti più estesa rispetto alle concorrenti, ma è anche la vettura più costosa tra quelle prese in esame.

La Sandero, al contrario è l’auto più economica del lotto e rappresenta la soluzione ideale per quanti non badano all’apparenza e alle finiture e ricercano in un’auto il massimo livello di semplicità e funzionalità. Tra i difetti, oltre alla rivedibilità, figura la dotazione incompleta di accessori.

La Hyundai rappresenta infine il compromesso più equilibrato tra la necessità di risparmiare al momento dell’acquisto e il desiderio di disporre di una vettura capiente e ben dotata.