Back to top

Australia: dal carbone alle rinnovabili

Uno dei paesi leader per quel che riguarda il consumo annuo di carbone, sta iniziando a voltare pagina, puntando di più sulle rinnovabili, che ora come ora rappresentano un misero 10% dell’energia totale prodotta dalla “grande isola”.


E così, mentre ancora 2/3 della produzione energetica sono affidati solo ed esclusivamente a fonti fossili, uno dei peggiori dati, in merito ai paesi più sviluppati, finalmente si sta iniziando a pensare all’ambiente ed al futuro, visto che le installazioni di impianti di energia rinnovabile, sono iniziate “a raffica” su tutto il territorio.


L’energia eolica la fa da padrone, sotto questo punto di vista, anche se solare ed idroelettrico non mancano all’appello, visto che sono due ottime fonti che il territorio può sfruttare, proprio per la sua posizione geografica per la sua conformazione geofisica.


Centinaia di MW dovranno essere prodotti da fonti green proprio prossimamente, visto che l’ennesimo allarme degli enti di settore, ha finalmente spinto il governo a puntare sulle rinnovabili, un aspetto quasi totalmente trascurato fino ad oggi in Australia, che ricordiamo, detiene il record di inquinamento pro-capite fra i più alti del mondo.


Staremo a vedere se le nuove politiche, considerando i tempi, molto ristretti, di installazione dei vari impianti, riusciranno in qualche modo a sensibilizzare un territorio, sotto questo punto di vista, ancora molto “lontano” da risultati importanti.