Back to top

ASTA: è nata la prima scuola di Turismo ambientale sostenibile

Category:
FOTO-ASTA
 Estate, tempo di sole, di vacanza e di ... turismo; ebbene si, perchè con l'avvento della bella stagione la voglia di relax, di divertimento e di andare alla scoperta di nuove location si fa prepotentemente sentire … ma attenzione, perchè la vacanza deve essere fatta all'insegna della sostenibilità e del rispetto dell'ambiente, all'insegna di un turismo ambientale sostenibile!
Qualsiasi sia la location prescelta per l'estate 2014 , è importante infatti, fare un turismo per così dire “sano”, ossia all'insegna della sostenibilità e del rispetto dell'ambiente: come?
Ebbene, per chi non sapesse cosa fare e come comportarsi per esser un buon turista eco-sostenibile, basta iscriversi alla nuova scuola ASTA, la prima scuola in Italia di Turismo Ambientale sostenibile, nata dall'unione di vari enti, tra i quali il Parco Nazionale delle Cinque Terre, i Comuni del Parco, l'AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile), Federparchi, Legambiente e Vivitalia, con l'intento di promuovere un turismo all'insegna della sostenibilità!
Un progetto che in soli pochi mesi, è già giunto già alla sua seconda edizione, in virtù forse anche del fatto che negli ultimi anni stà crescendo sempre più il numero delle persone interessate a viaggi a contatto con la natura, tanto che sono sempre più in aumento gli introiti di agriturismi, B&B e locali in aree per così dire “fuori porta”; un dato in virtù del quale, ASTA mira a formare in Italia, operatori turistici in possesso di competenze tali da spostare l'interesse delle persone e quindi dei turisti, da un turismo di massa ad un turismo di qualità e sostenibilità, valorizzando quindi le risorse ambientali e le comunità locali, onde incoraggiare un approccio turistico che sia sempre più sostenibile!
Un progetto quindi di formazione professionale quello di ASTA, che propone un corso articolato attraverso lezioni d'aula, visite sul territorio ed incontri coi vari professionisti del settore, che vuole promuovere in primis l'ecoturismo ma che al contempo, mira a portare risultati in termini economici e di occupazione, incrementando quindi per intenderci, il numero degli addetti e degli esperti in questo settore, oggi fermo solo al 5%.
Per l'Italia quindi l'ecoturismo rappresenta una vera e propria fonte di sviluppo occupazionale ed economica molto importante in un momento di forte crisi, che considerando l'enorme patrimonio artistico, culturale ed ambientale del nostro paese, potrebbe farci diventare anche leader in questo settore; motivo per cui non resta che colmare le conoscenze e le competenze specifiche, grazie ai nuovi corsi ASTA!

(Fonte: http://www.vivilitalia.it/)