Back to top

Ambiente, la Groenlandia diventerà verde

ambiente groenlandia

Furono i novergesi di Erik il Rosso, nell'undicesimo secolo, ad assegnare il nome di Groenlandia alla più grande isola del mondo. Stando alle leggende, lo scopo di questo nome era quello di attirare i coloni con la promesse (falsa) di tanta terra verde da coltivare. E invece no, alcuni studi rivelano che un migliaio di anni fa la Groenlandia era assai più verde di adesso. Altri studi, molto più recenti, rivelano inoltre che la Groenlandia potrà diventare verde nel giro di pochissimo tempo. Pochissimo tempo secondo le geologia, ovviamente. Ad ogni modo, entro il 2100 l'isola potrebbe ricoprirsi di verde. La causa di tutto questo? Il riscaldamento globale, ovviamente.

A riferirlo è Philosophical Transaction of the Royal Society, una rivista statunitense.

Attualmente, crescono solo quattro specie di alberi autoctoni, ma nel giro di qualche decennio le specie potrebbero raggiungere quota quaranta (e superarla).

Lo studio ha suscitato qualche scalpore e qualche polemica. C'è, in particolare, parecchio disaccordo sulla porzione di terra che, entro il 2013, sarà in Groenalandia ricoperta di verde, e quindi di foreste e praterie. L'unico accordo unanime è stato raggiunto circa un'area di 400mila chilometri quadrati, grande quanto l'Italia (e qualcosa in più), posizionata nel sud del paese: lì, il verde ci sarà di sicuro. Si tratta di un cambiamento potenzialmente sfruttabile in termini economici, soprattutto in riferimento alla raccolta e alla vendita della legna.

Jens-Christian Svenning, ricercatore dell'Univesità di Aarhus, ha dichiarato: "In futuro il suolo sarà molto più sensibile alle specie introdotte. Importare piante invasive causerebbe uno sviluppo della natura molto caotico. Al di là dei pericoli, però, resta comunque in piedi l'ipotesi di una Groenlandia - dallo scandinavo 'Groenland', Terra Verde - che potrebbe tornare, seppure tra un centinaio d'anni, a rispecchiare il proprio nome".