Back to top

Ambiente in pericolo per crescita delle città

L'aumento degli spazi urbani potrebbe avere influenza negativa sull'ambienteCittà e ambiente, una correlazione da sempre inversamente proporzionata: più aumentano di dimensioni le città, più diminuiscono gli spazi dedicati alla natura. A confermare che la crescita della città mette in pericolo l'ambiente è una ricerca realizzata dalle università di Yale, Arizona State, Texas A&M e Stanford e i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Plos One.

I ricercatori hanno stimato che da qui al 2030 per dare spazio a 1, 47 miliardi di persone, ci sarà un aumento delle aree urbane pari a circa 1,5 milioni di chilometri quadrati; il problema però consiste nei luoghi che faranno spazio alle nuove aree urbane. L'espansione riguarderà, infatti, con ogni probabilità zone ad alta biodiversità come foreste, zone costiere e savane, ovvero aree particolarmente sensibili dal punto di vista ambientale destando qualche interrogativo sul possibile verificarsi di disastri ambientali, come alluvioni, tsunami e uragani.

Gli studiosi hanno preso in considerazione i dati satellitari dal 1970 al 2000, constatando una crescita delle aree urbane  pari a 58000 chilometri quadrati, con gli aumenti più rapidi riscontrati in Cina, India e Africa.