Back to top

Acqua Pubblica E Case Dell'Acqua : Una Vera Fonte Di Ricchezza

L’acqua è un bene comune, un bene che deve essere ritenuto patrimonio dell’Umanità. L’acqua pubblica è una fonte di ricchezza inesauribile per un Paese. Ogni cittadino dovrebbe lottare per difendere un patrimonio come l’acqua affinché resti pubblica. Lo sanno bene le persone che l’acqua pubblica l’hanno sempre difesa ed hanno lottato affinché questo rimanesse una realtà. Ma il decreto sulla privatizzazione dell’acqua non va sicuramente in questa direzione. Il decreto Ronchi vuole infatti realizzare la privatizzazione della gestione dell’acqua che è un bene pubblico.

Acqua Pubblica

I Comuni virtuosi hanno fatto di più: hanno realizzato le cosiddette “Case dell’acqua”. Si tratta di un progetto estremamente importante, che permette di risparmiare soldi, di produrre meno rifiuti, di non sprecare una risorsa così importante come l’acqua. Le “Case dell’Acqua” sono dei distributori pubblici di acqua: le persone portano la loro bottiglia d’acqua e possono prelevare ottima acqua microfiltrata. Si tratta di distributori gestiti dal Comune e gratuiti. Una fonte inesauribile di ricchezza che permette ai cittadini di fruire in maniera assolutamente gratuita dell’acqua pubblica.

Ebbene un recente regolamento del Ministero della Salute le equipara a tutte quelle “attività di somministrazione di bevande non alcoliche”, con tutti gli oneri fiscali e legislativi che questo comporta. Ma i Responsabili di Legambiente non ci stanno ed insorgono. Non si può costringere i cittadini a rinunciare all’acqua pubblica, La riformulazione del regolamento da parte del Ministero della Salute delle Case dell’acqua, rischia di sottoporre questi dispositivi ad una serie di vincoli che li renderebbero praticamente inutilizzabili.

Il successo delle Case dell’acqua è dovuto principalmente al fatto che sono economiche e permettono di apprezzare tutto il buono dell’acqua pubblica. Bisogna inoltre considerare che le Case dell’acqua sono ad impatto zero, perché diminuiscono la produzione e la circolazione della plastica. L’acqua pubblica è un bene da difendere e bisogna fare in modo che le Case dell’acqua aumentino, piuttosto che ostacolarle. Si tratta di una maniera di sfruttare le risorse del pianeta Terra assolutamente sostenibile, in un’ottica di razionalizzazione delle risorse. Ci domandiamo: perché non proseguire in questa linea? Ci sono forse troppi interessi economici in ballo?

Difendere le Case dell’Acqua significa difendere un patrimonio comune: la nostra acqua, che deve essere pubblica.