Back to top

Acqua a rischio: tra 2 generazioni non basterà per tutti

L'allarme viene lanciato dai ricercatori di tutto il mondo riuniti in un convegno a Bonn, in Germania. Il tempo di altre 2 generazioni e la maggioranza della popolazione mondiale non avrà acqua a disposizione. Il rapporto conclusivo del Global Water Project System Conference indica le linee guida per salvare la vita del pianeta quando sarà abitato da 9 miliardi di persone.


Dai Seminari di Erice un appello ai governi per un intervento tempestivo sull'emergenza acquaSegnali che minacciano la vita dell'uomo a lungo termine. I cambiamenti climatici, la cattiva gestione e l'uso eccessivo di acqua sono le serie minacce per il benessere dell'uomo sul pianeta terra, non si tratta di previsioni apocalittiche ma di un semplice aggiornamento dei dati sul consumo di acqua a livello mondiale dal 2004 ad oggi. Con la Dichiarazione di Bonn, oltre 500 tra scienziati e ricercatori di tutto il mondo, sottolineano la necessità di costruire un nuovo modo di pensare all'acqua, una risorsa che deve essere organizzata e gestita a livello globale.


Tra i punti principali da seguire per i prossimi anni, gli studi recenti indicano le linee guida da seguire per potenziare la ricerca di acqua e migliorarne la protezione, creare una nuova generazione di ricercatori specializzati nel settore idrico, migliorare e innovare la gestione dell'acqua e la salvaguardia degli ecosistemi. Solo attraverso l'impegno congiunto di scienziati ambientali, politici, ingegneri e sociologi si potrà contrastare il declino delle risorse idriche